2007 – Per quale avventura, di Milo De Angelis

perqualeavventuraMarco Marangoni
Per quale avventura
prefazione di Milo De Angelis
Prefazione
Finalmente una poesia che sa cantare la gioia. Per quale avventura è un libro che si accende, febbrile e stupito, di fronte alle cose del mondo, ai loro finire e al loro rinascere, alla vitale metamorfosi in cui respirano. Tutto in queste pagine, anche i momenti più malinconici, sembra mutarsi in viaggio e scoperta: tramonto e aurora s’intrecciano in un continuo transito, in un’avventura incessante e luminosa. Marco Marangoni ha il senso della natura. Conosce la sua potenza e i suoi frutti, il suo furore e il suo incanto, il suo “dono di fuoco”. E qui tutto è natura, tutto è animato dalle forze sotterranee che ci spingono, tutto è flusso, acqua corrente, vita imprendibile e magnifica. Un senso panico, quasi un sottile animismo, attraversa ogni verso, crea il contatto poetico tra mondi, e stagioni. Le ombre degli amanti, scrive Marangoni, le ombre dei viandanti e dei passeggeri riempiono ancora, per noi, il paesaggio. E la donna più lontana è qui al nostro fianco: “nell’abbraccio delle stelle,/ nel bacio/ immenso/ e breve, in ogni sola cosa che amo”.
MILO DE ANGELIS

Raffaelli Editore